Sigaretta elettronica: le opinioni

Ultimamente sempre più spesso, gli abituali fumatori rivolgono la loro attenzione ad un nuovo dispositivo noto con il nome di sigaretta elettronica. Esso non è altro che uno strumento che alimentato tramite una batteria ricaricabile, permette l’assunzione per via orale di una dose di nicotina differenziabile. L’elettronica come è comunemente chiamata, riesce in alcuni casi a far scomparire i sintomi di astinenza da tabacco, e facendolo allontana il fumatore dalla “bionda” tradizionale.

Come funziona la sigaretta elettronica

Il dispositivo principale della sigaretta elettronica è una piccola resistenza interna, essa viene riscaldata con l’energia della batteria, riscaldamento che permette la vaporizzazione di un liquido, contenente nicotina, che viene inserito all’interno di un piccolo serbatoio. L’utilizzatore aspirando il vapore prodotto dal riscaldamento, assimila una piccola quantità di nicotina, nicotina che di fatto sostituisce la sigaretta tradizionale. All’interno di tale procedimento tutti gli elementi costitutivi della sigaretta elettronica agiscono in sincrono, essi a volte possono essere sostituiti, rendendo di fatto la vita operativa della sigaretta elettronica illimitata.

Una parte importante nell’utilizzo della sigaretta elettronica è demandata ai liquidi da inserire nel serbatoio. Essi possono avere diverse gradazione di nicotina, cosa che di fatto riesce a soddisfare nelle prime fasi di utilizzo anche i fumatori più incalliti, che di hanno bisogno di una dose di nicotina più elevata. Cosa da non sottovalutare la possibilità di utilizzare liquidi con essenze diverse, esse nel presente coprono diversi gusti (Arancia, mela, Tabacco, caffè) cosa che rende totalmente personalizzabile questo nuovo modo di fumare.

Sigaretta elettronica: pro e contro

Tra i principali vantaggi della sigaretta elettronica vi segnaliamo che solo nel Regno Unito, lo scorso anno avrebbero aiutato a smettere di fumare circa 18mila persone. Un altro pro delle e-cig è nella loro versatilità e possibilità di utilizzo in vari ambienti in cui non è possibile usare la sigaretta classica, infine, per chi vuole, è possibile svapare anche con liquidi che non contengono nicotina, una delle principali sostanze dannose.

Parlando degli svantaggi e dei pericoli delle sigarette elettroniche, è che esse attirano molto di più i giovani, che hanno una percezione, erronea, di queste e-cig come se fossero totalmente innocue. Un altro svantaggio è che spesso sono presenti sostanze dannose all’interno dei liquidi di dubbia provenienza ed inoltre sono molto ingombranti.

La sigaretta elettronica fa male o no?

Recenti studi hanno dimostrato che la sigaretta elettronica, seppur meno dannosa di quella classica, comporta dei rischi per la salute. Infatti, insieme alla nicotina, lo svapatore assume una serie di altre sostanze, come il glicole propilenico e diverse sostanze cancerogene, come formaldeide e acroleina, di cui è difficile stabilire con esattezza le conseguenze, ma che sicuramente fanno male al corpo umano. Tra le patologie gravi che possono manifestarsi negli svapatori, le più comuni sono i tumori, anche se la sigaretta elettronica non sembra contenere molte sostanze carcinogene, problemi cardiovascolari, malattie neurodegenerative, e, se usate durante la gravidanza, le sigarette elettroniche possono causare problemi nello sviluppo del sistema neurale del bambino.

Quindi, sembra che le sigarette elettroniche fanno male, secondo gli studiosi ed i medici, ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa ne pensano nel paragrafo successivo.

Le opinioni degli esperti

Molte sono state le discussioni legate all’utilizzo della sigaretta elettronica. Se da una parte essa infatti in via di principio evita il fumo, e facendolo fa diminuire in maniera drastica le patologie legate ad esso, dall’altra nessuno studio medico medio lungo è stato fatto sull’utilizzo dell’elettronica. Di conforto per gli utilizzatori di questo nuovo dispositivo vi è l’asserzione di alcuni illustri dottori, che sottolineano come tutti gli strumenti che allontanano le “bionde” sono strumenti da accettare di buon grado, facendo di fatto diminuire le morti per fumo, patologie queste ai primi posti delle classifiche mondiali di mortalità soprattutto nel bel paese.

La maggior parre di utilizzatori delle elettronica non denota particolari problematiche legate all’utilizzo, anzi. I maggiori benefici riscontrati sono in tale contesto una migliore percezione di odori e sapori, e una minore invasività di questo nuovo modo di fumare, esso infatti è accettato anche al chiuso. Da sottolineare inoltre un notevole risparmio economico legato all’utilizzo ell’elettronica, risparmio che può essere in caso di fumatore medio, quantificato nell’ordine di un migliaio di euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *