Drip tip per sigarette elettroniche

I drip tip per sigarette elettroniche rappresentano una delle parti più importanti del dispositivo, un elemento fondamentale per l’esperienza dello svapatore. Proviamo a capire meglio cosa sono questi drip tip e cerchiamo di individuare quali sono i migliori presenti oggi sul mercato.

Cosa sono i drip tip per sigarette elettroniche

In pratica con il termine tecnico drip tip si indica il beccuccio (o bocchino) della sigaretta elettronica. Le sue caratteristiche possono incidere notevolmente sull’esperienza di svapo: questo elemento non va intesa solo come la parte dell’e-cig che viene a contatto con la bocca dello svapatore, ma anche come strumento fondamentale per l’incanalazione e modifica delle quantità di vapore inalate. Molti modelli di sigaretta elettronica consentono di sostituire il beccuccio, dando al fumatore la possibilità di installare quello che preferisce.

Esistono diversi tipi di drip tip: si possono fare distinzioni in base al materiale (esistono beccucci in acciaio, carbonio, plastica, materiali sintetici e così via: ogni materiale ha le sue peculiarità), alla forma e alla dimensione. Cambiando il drip tip si può modificare anche notevolmente l’esperienza della svapata e il grado di soddisfazione che ne consegue, quindi la scelta del bocchino migliore è ampiamente soggettiva, perché deve essere fatta in base al gusto personale del singolo fumatore.

Come scegliere i migliori modelli sul mercato

Quindi non è possibile indicare quali sono i migliori drip tip in termini assoluti, ma questo non significa che non si possano dare delle indicazioni molto utili per scegliere il beccuccio più adatto alle proprie esigenze. Molti esperti sconsigliano di optare per drip tip in metallo, perché al momento del contatto con le labbra sono freddi, ma tendono a riscaldarsi parecchio e i n fretta; inoltre non sono tra i più facili da pulire. I drip tip in plastica invece non si riscaldano troppo, ma possono in qualche modo incidere sull’aroma della svapata e hanno il difetto di raffreddare meno il vapore rispetto ai beccucci in altro materiale.

Esistono anche i drip tip realizzati con una speciale resina, il delrin, che riesce a non scaldarsi eccessivamente e non altera l’aroma. L’aroma viene invece esaltato dai beccucci in ceramica o in pietra: questi rimangono sempre tiepidi e possono essere utilizzati anche con alti voltaggi, ma hanno la pecca di essere un po’ troppo fragili. I drip tip in legno sono affascinanti, a volte delle vere e proprie opere di artigianato sopraffino: non scaldano molto, ma vanno puliti spesso (e poi lasciati asciugare al ungo) per evitare la sovrapposizione dei diversi aromi.


Vuoi ricevere aggiornamenti sui prodotti delle sigarette elettroniche?

Lascia i tuoi dati qui sotto!

------------------------------------