Come manutenere la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è un dispositivo che consente di inalare degli appositi liquidi effettuando la cosiddetta svaporata. In pratica, il liquido, caricato all’interno del serbatoio e riscaldato, viene tirato ed aspirato provocando una densa nuvola di fumo. L’esperienza di fumo con la sigaretta elettronica è molto amata e consente di accantonare completamente quella tradizionale, estremamente dannosa e dispendiosa anche da un punto di vista economico. Si avvicinano alla sigaretta elettronica sia coloro che desiderano eliminare dalla propria vita il vizio del fumo, anche per motivi di salute, ma anche coloro che amano sperimentare nuove modalità di fumo, certamente meno nocive. In commercio esistono diversi modelli di sigaretta elettronica che si distinguono per la potenza della batteria in dotazione, la forma e le dimensioni, in questo modo è molto agevole acquistare il modello più adatto alle proprie esigenze o alle proprie abitudini.

La manutenzione della sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica, a differenza di quella classica che viene fumata e gettata via, è un sofisticato dispositivo che necessita di particolari attenzioni durante l’utilizzo. Non si tratta di operazioni difficili ma di semplici accortezze che gli utenti devono avere per preservarne nel tempo la funzionalità. Innanzitutto, la prima forma di manutenzione è quella riferita alla batteria, infatti la carica deve avvenire sempre in maniera completa con il cavo in dotazione. Bisogna considerare la sigaretta elettronica al pari di ogni altro strumento che deve essere collegato alla corrente elettrica per il tempo essenziale alla ricarica, nè più nè meno.

Un’altra importante manutenzione da eseguire sulla sigaretta elettronica è una pulizia costante dell’attrezzo, sia per evitare fastidiose e antiestetiche incrostazioni ma, soprattutto per non inalare liquido ormai ossidato che potrebbe avere un aroma amaro o comunque poco gradevole. La pulizia esterna può essere effettuata con un panno in microfibra umido, si sconsiglia l’utilizzo di detersivi oppure si suggerisce l’impiego di detergenti neutri qualora vi fossero delle macchie di grasso. Per la pulizia interna la sigaretta elettronica deve essere smontata in tutte le sue componenti, i pezzi singoli devono essere riposti su un piano di lavoro, per non perderli durante l’operazione.

Come fare manutenzione e pulizia

Si possono utilizzare indifferentemente o le spazzoline esistenti in commercio, adibite specificamente alla pulizia, con costi variabili e di facile reperimento, oppure, in mancanza, è possibile utilizzare degli strumenti più casalinghi ma parimenti efficaci, come ad esempio i bastoncini di cotone. In entrambi i casi, le spazzoline o i bastoncini devono essere immersi in una soluzione di acqua e bicarbonato, di acqua e aceto o di acqua e limone, a seconda dei gusti.

Le tre soluzioni hanno la medesima efficacia, in quanto disinfettano e puliscono senza lasciare residui chimici dannosi. Poichè la sigaretta elettronica presenta un funzionamento inalatorio, a diretto contatto con le vie respiratorie, si sconsiglia vivamente di utilizzare agenti chimici che potrebbero comportare fastidi o, nei casi più gravi, reazioni allergiche o intossicazioni. Tali accortezze, eseguite periodicamente, comportano un prolungamento della vita del dispositivo e, allo stesso tempo, una più intensa esperienza di fumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *