Come fare liquidi per la sigaretta elettronica

Le sigarette elettroniche sono sempre più diffuse, dai giovani fino alla fascia più anziana. Un problema che ogni svaper ha riguarda i liquidi. Una sigaretta senza liquidi è come un’auto senza benzina, inutile! Il prezzo di questi prodotti sul mercato è abbastanza alto rispetto al valore delle materie prime utilizzate per crearli. Un flacone da 10 ml di liquido pronto all’utilizzo arriva a costare anche 15 euro se andiamo in tabaccheria. Per coloro che utilizzano la loro sigaretta elettronica quotidianamente non è affatto conveniente.

Come realizzare i liquidi

La maniera per risparmiare soldi c’è e non è affatto difficile. Basta procurarsi le materie prime e dosarle nel modo adeguato per ottenere un liquido genuino ad un costo basso. Le sostanze che ci servono sono due: la base neutra e l’aroma, entrambi sono acquistabili sia online che in negozi specializzati. Online ovviamente conviene di più. La base neutra può avere varie qualità ma in linea generale è composta da: glicerina vegetale, glicole propilenico e acqua demineralizzata. L’aroma scelto va acquistato a parte e la nicotina pure.

La glicerina vegetale si compra online a 10 euro al litro, il glicole propilenico a 12 euro al litro, l’acqua demineralizzata è quella che utilizzate per il ferro da stiro, la trovate nei supermercati e ha un costo veramente basso. Un flacone di aroma da 10 ml lo acquistate dai 4 ai 10 euro mentre per la nicotina si consiglia l’acquisto di una base neutra con già contenente la sostanza oppure di nicotina liquida, si consiglia di maneggiare le sostanze contenenti nicotina con attenzione e con le dovute precauzioni in quanto questa sostanza, in quantità concentrate, può essere nociva.

Il procedimento per fare i liquidi della e-sigarette

Una volta procurati gli ingredienti basta miscelarli. Dipende tutto da come vogliamo ottenere il vapore:

  • se lo vogliamo poco denso con hit alla gola bisogna utilizzare un 75% di glicole propilenicoo, un 15% di glicerina vegetale e 10% di acqua demineralizzata;
  • se vogliamo un vapore più denso con meno hit dobbiamo utilizzare il 50% di glicole propilenico, il 40% di glicerina vegetale e il 10% di acqua demineralizzata;
  • per un liquido molto denso con hit basso invece dobbiamo utilizzare l’80% di glicerina vegetale, 10% di glicole propilenico e il 10% di acqua demineralizzata.

Le quantità indicate sono generiche, possono variare molto a seconda dei propri gusti.

A questo punto basterà aggiungere l’aroma. Questi aromi sono molto concentrati e vanno dosati con molta cautela per evitare gli sprechi. Infatti semmai si dovesse utilizzare troppo aroma il prodotto finale ne verrebbe compromesso e sarebbe necessaria un’ulteriore aggiunta per correggere lo sbaglio. Il prodotto è dotato di un apposito contagocce per evitare queste situazioni e per fare in modo di dosare al meglio fin da subito. Di solito un goccia di aroma per ogni 10ml di base neutra è la combinazione perfetta o, più tecnicamente, 1ml per ogni 10ml di base neutra.

Una volta fatto ciò va agitato energeticamente per ottenere la miscela. Basta provare il liquido ottenuto e aggiustarlo aggiungendo successivamente più aroma oppure più base neutra per ottenere l’intensità desiderata. La miscela ottenuta va poi lasciata stagionare per un periodo variabile a seconda delle caratteristiche della vostra base neutra. La stagionatura va da qualche giorno a 1 mese e serve per fare in modo che il gusto dell’aroma si combini per bene con la base neutra che altrimenti lascerebbe un sapore cattivo dopo lo svapo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *